C’era una volta un piccolo paese, neanche troppo piccolo, neanche troppo isolato, seduto su una serie di lame di roccia alte decine o un centinaio di metri, appoggiato sul fianco di una strana montagna che era essa stessa una lama, un gigantesco lastrone arancio e grigio. Il paese se ne stava lì, lento, quasi fermo, e sembrava ignaro della bellezza e del tesoro che custodiva, con le sue gole e le sue strane pareti. Dopo una settimana di lavoro e tre ore di autostrada arrivavi dritto dalla città di venerdì sera, o di sabato mattina, e il paese, con i suoi ritmi lenti, ti disorientava.
Arrampicatori, pochissimi, anche in un weekend di primavera.
Il paese aveva due negozietti di alimentari. Uno era nascosto in un vicolo, sotto un arco, di fatto era una stanza di casa di una signora, e vendeva soprattutto generi alimentari a lunga scadenza, e pochi prodotti freschi, perché forse la clientela era davvero ridotta, come dimostrava un cartello che recitava più o meno: “il pane vecchio non è duro, è duro non averlo”. L’altro negozio aveva alle pareti carta da parati anni ’70 a disegni fucsia, una carta da parati che certamente risaliva a un’epoca precedente alla nascita del gestore, un ragazzo che era solito spiazzare i clienti con domande del tipo “quante fette di prosciutto ci stanno bene in questo panino?”.
Nel paese c’era un solo bar, ma nonostante le maestose pareti di arrampicata nei dintorni, non sempre nel weekend lo avresti trovato aperto.
Il ponticello che portava alla falesia sembrava tenersi in piedi per miracolo, e invece ci tornavi dopo sei mesi ed era ancora così, immobile. Poi arrivava dal sentiero (non una stradina sterrata, proprio un piccolo sentiero) una coppia in moto e si metteva a tagliare rami per farsi strada sul ponticello. E tu ti affrettavi ad andare oltre, nel timore che il megalomane in tuta da motociclista mandasse all’aria quell’equilibrio precario rimasto inalterato da chissà quanto tempo.

Pennadomo, Abruzzo, Italia.

Pennadomo5
Pennadomo4 Pennadomo3 Pennadomo2 Pennadomo10 Pennadomo9 Pennadomo8 Pennadomo6Pennadomo7

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...